<
Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Viaggi e Ricette

Viaggi e Ricette

travel local blog e food lover

Il mio itinerario di viaggio in Umbria: quarta tappa Orvieto

Il mio itinerario di viaggio in Umbria: quarta tappa Orvieto
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: quarta tappa Orvieto
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: quarta tappa Orvieto
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: quarta tappa Orvieto

 

 

12 agosto, Orvieto.

Dopo una breve sosta al Lago Trasimeno, ci mancava un po’ d’acqua in tutto questo bellissimo paesaggio collinare, siamo arrivati ad Orvieto. Orvieto sembra sospesa, nel suo piedistallo con pareti a strapiombo, in un dorato isolamento. Il patrimonio artistico della città culmina nel suo Duomo, considerato uno dei maggiori capolavori dell’architettura gotica, merita osservare con calma la sua bellissima facciata, un vero museo di sculture a cielo aperto, il magnifico rosone ed infine l’interno. Stupefacente la cappella di S. Brizio, decorata dal Beato Angelico affrontando il tema del Giudizio Universale. Per chi volesse dedicare un po’ di tempo ai musei (noi non ne abbiamo avuto il tempo) sul lato sinistro del Duomo si trova il fulcro del MODO – Museo dell’Opera del Duomo di Orvieto. Sul lato opposto a quello del Duomo, il Palazzo Faina accoglie il Museo omonimo. Un’esperienza da non perdere è la sorprendente Orvieto Underground (in Piazza Duomo al n°23 si possono acquistare i biglietti con 6,00 € a testa) un labirinto di grotte da percorrere, rigorosamente con guida, in circa un’ora dove vi verranno svelati interessanti aneddoti sulla città e sull’uso di tali grotte. La particolare natura geologica del masso su cui sorge ha consentito agli abitanti di scavare, nel corso di 3000 anni, un incredibile numeri di cavità che si intersecano al di sotto del moderno tessuto urbano. Risalendo via del Duomo, all’angolo di via della Costituente, non può sfuggire la medievale Torre civica, ribattezzata “del Moro” che svetta per la sua altezza (47 m) sul territorio orvietano. A due passi dalla Torre, molto bello è il Palazzo del Popolo in Piazza del Popolo. Una grande attrattiva turistica è il Pozzo di S. Patrizio (5,00 € l’ingresso), profondo 62 metri e largo 13; allora perché non scendere le sue rampe elicoidali sovrapposte e non comunicanti?! I 248 scalini sono molto bassi in modo da consentire il cammino anche alle bestie da soma, attenzione a non sporgersi troppo dai finestroni. Poco distante dal Pozzo fate un salto alla Rocca dell’Albornoz, un fantastico panorama vi attende.

Dove parcheggiare: vi sconsiglio vivamente di mettervi all’avventura con la macchina per il centro di Orvieto, le strade sono strettissime e ci sono tante ZTL, lasciatela al parcheggio a pagamento al Campo della Fiera.

Dove mangiare: difficile trovare un posto dove mangiare male ad Orvieto, noi ci siamo fermati nella prima Osteria libera ed abbiamo mangiato dei memorabili umbricelli alla norcina ed una deliziosa tagliata.

Dove alloggiare: al B&B la Casa del Frenz, comodo, pulito, molto grazioso ed i proprietari sono di un’accoglienza unica.

 

Vedi le altre tappe del mio viaggio:

Gubbio

Assisi

Perugia

Todi

Spoleto

Il mio itinerario di viaggio in Umbria: quarta tappa Orvieto
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: quarta tappa Orvieto
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: quarta tappa Orvieto
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: quarta tappa Orvieto
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: quarta tappa Orvieto

Condividi post

Repost 0

Commenta il post