Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Viaggi e Ricette

Una giornata per grandiose ville di Roma

In occasione del 40esimo compleanno del mio “lui” ci voleva qualcosa di speciale, cosa di più bello che portarlo nella sua città del cuore anche se solo per una toccata e fuga in giornata?! Roma d’altra parte l’abbiamo visitata diverse volte e delle rotte più turistiche non ci manca nulla. L’itinerario è stato deciso da lui: una bellissima passeggiata tra splendide ville romane, all’interno delle quali si trovano prestigiose collezioni d’arte. La prima che abbiamo visitato è Villa Torlonia, l’abbiamo raggiunta prendendo la metro B fermata Policlinico, da lì in 10 minuti a piedi si raggiunge il parco della Villa in via Nomentana. Circondata da maestosi pini marittimi ed esotiche palme e tantissimo spazio verde, la tenuta apparteneva alla famiglia del Principe Giovanni Torlonia (1756-1829). Fu ampliata e ristrutturata da Giuseppe Valadier tra il 1802 ed il 1806. Dal 1925 al 1943 la Villa fu residenza ufficiale di Mussolini e la sua famiglia, dal 1944 al 1947 fu occupata dalle truppe alleate ed in seguito abbandonata. Oggi fa parte dei Musei di Villa Torlonia.

Una giornata per grandiose ville di Roma

Il Casino Nobile, così viene definita la villa in stile neoclassico, è decisamente imponente, bellissimo anche il pronao ionico. All’interno delle sale riccamente decorate si può ammirare la pregevole collezione che comprende statue in stile classico e dipinti della cosiddetta Scuola Romana. Incantevole la sala da ballo che rappresenta il nucleo dell’intera struttura del Casino.

Una giornata per grandiose ville di Roma

A nord-est troviamo la Casina delle Civette, una bizzarra commistione tra un cottage svizzero, un castello gotico e una casa colonica in stile Liberty. È stato divertentissimo aggirarsi per le sue particolari sale che custodiscono vetrate in stile Liberty una più bella dell’altra.

Infine c’è il Casino dei Principi che viene utilizzato per ospitare mostre temporanee.

Una giornata per grandiose ville di Roma
Una giornata per grandiose ville di RomaUna giornata per grandiose ville di Roma

Lasciamo Villa Torlonia e proseguiamo dritti per via Nomentana in direzione Palazzo Barberini, raggiunto dopo aver camminato per circa mezz’ora ed aver ammirato la famosa Porta Pia, l’ultima opera architettonica realizzata da Michelangelo, commissionata da Pio IV, e nota grazie ad un episodio cruciale del Risorgimento Italiano: il 20 settembre del 1870 attraverso la “breccia di Porta Pia” le truppe italiane entrarono nella città del Papa, annettendo Roma al regno d’Italia.

Una giornata per grandiose ville di Roma

Palazzo Barberini è un sontuoso palazzo barocco realizzato dai maggiori architetti dell’epoca, tra cui i due grandi rivali Bernini e Borromini. Anche senza pagare il biglietto d’ingresso alla Pinacoteca (che vale però la pena per altre opere che vi dirò subito dopo) potrete ammirare le due famose scale: la grande scala a pozzo quadrato del Bernini e la scala elicoidale del Borromini.

Una giornata per grandiose ville di Roma
Una giornata per grandiose ville di Roma

Come vi dicevo, da non perdere all’interno del Palazzo sono la Fornarina di Raffaello, diverse tele di Caravaggio tra cui San Francesco d’Assisi in meditazione, Narciso e il capolavoro Giuditta e Oloferne. Da non mancare lo spettacolare affresco sulla volta del salone al primo piano, il trionfo della Divina Provvidenza di Pietro da Cortona.

Una giornata per grandiose ville di Roma

Dopo tanto splendore è giunta l’ora di ricaricare le energie per proseguire poi con l’ultima villa del nostro itinerario. Ci siamo recati a Trastevere per deliziarci con la tipica cucina romana, abbiamo preso tonnarelli cacio e pepe ed abbacchio per lui, bucatini all’amatriciana e saltimbocca alla romana per me, pranzo leggerino eh?! Ma erano le 14 e non ci vedevamo più dalla fame…

Una giornata per grandiose ville di Roma
Una giornata per grandiose ville di Roma

Da Trastevere, obbligatoriamente per le nostre sazie pance, in taxi fino a Palazzo Doria Pamphilj (si trova in via del Corso 305, a 700 metri dall’altare della Patria) dove si cela una delle collezioni d’arte private più ricche della capitale, vanta infatti opere di Raffaello, Tintoretto, Tiziano, Caravaggio, Bernini e Velàzquez. Compreso nel biglietto d’ingresso c’è l’utilissima audioguida che vi accompagna per le fantastiche sale del Palazzo. Rimarrete a bocca aperta di fronte alla Sala degli Specchi, considerata la piccola Versaille.

Una giornata per grandiose ville di Roma

La nostra gita termina qui, non abbiamo lanciato la monetina nella fontana di Trevi ma siamo certi che rivedremo ancora Roma.

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Elisa 04/09/2019 19:02

Bellissimo articolo e stupende foto, soprattutto adoro la Sala degli Specchi.
Buona serata.
Elisa :*

Viaggi e Ricette 04/09/2019 22:05

Grazie mille Elisa :*