<
Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Viaggi e Ricette

Viaggi e Ricette

travel local blog e food lover

Il mio itinerario di viaggio in Umbria: seconda tappa Assisi

Il mio itinerario di viaggio in Umbria: seconda tappa Assisi
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: seconda tappa Assisi
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: seconda tappa Assisi
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: seconda tappa Assisi
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: seconda tappa Assisi
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: seconda tappa Assisi
Il mio itinerario di viaggio in Umbria: seconda tappa Assisi

10 agosto, Assisi.

Assisi non ha bisogno di presentazioni, la città del grande Santo colpisce anche chi, come me, non ha un forte sentimento religioso. Il nostro percorso ad Assisi ha inevitabilmente seguito i luoghi francescani più importanti. Per prima cosa ci siamo diretti alla maestosa Basilica di S. Francesco, intitolata al Santo ma costruita un paio d’anni dopo la sua morte. È un complesso architettonico grandioso sia l’esterno circondato da un panorama meraviglioso, ed ancor più l’interno. Sarei rimasta per ore ad osservare lo stupendo ciclo di 28 affreschi sulla vita del Santo, collocato al di sotto del ballatoio nella Chiesa Superiore, attribuito a Giotto. Nella Chiesa Inferiore, a metà della navata circa, due scalette scendono alla cripta che custodisce le spoglie di S. Francesco, uno spazio intriso di spiritualità che si coglie inevitabilmente. Per chi volesse, poco prima di arrivare all’ingresso della Basilica Superiore sulla destra si trova uno stretto sentiero che conduce al fondovalle attraverso boschi, campi e uliveti, è il Bosco di San Francesco (ingresso a pagamento). Percorrendo via S. Francesco, aperta già nel medioevo, si giunge all’antica piazza grande, oggi Piazza del Comune dove si possono ammirare la bella fontana trecentesca con i leoni, il palazzo dei Priori, il palazzo del Capitano del Popolo ed il Tempio di Minerva. Da qui ci siamo recati alla visita di altre due chiese belle ed importanti: S. Rufino, la Cattedrale della città, un capolavoro romanico che all’interno conserva il fonte battesimale in cui furono battezzati S. Francesco e Santa Chiara. La chiesa di Santa Chiara, custodisce le spoglie della Santa, mi è piaciuta molto per la particolare architettura esterna. Ciò che mi ha colpito maggiormente però è stata la chiesa di Santa Maria degli Angeli, situata nella piana di Assisi. La chiesa contiene un gioiello dall’immenso valore storico e spirituale, si tratta della Porziuncola, una minuscola cappella, collocata più o meno al centro del complesso architettonico, che fu restaurata da S. Francesco e andò a viverci con alcuni confratelli. Qui Santa Chiara ricevette l’abito religioso, il Santo ebbe la visione del perdono di Assisi e qui infine morì. Fuori dalla basilica si trova il famoso roseto nel quale S. Francesco si gettò per vincere il dubbio e la tentazione ma la vegetazione si trasformò in rose senza spine, ancora oggi si può ammirare la Rosa Canina Assisiensis che fiorisce solo qui. 

Dove parcheggiare: parcheggio Mojano a pagameto.

Dove alloggiare: Il Casale della Fornace a Bastia Umbra, un ottimo B&B ai piedi di Assisi.

Dove mangiare: ad Assisi ho provato la mia prima torta al testo in un bar del centro, è una specie di piadina-focaccia che può essere farcita con salumi, affettati e formaggi. Buonissima!

 

Vedi le altre tappe del mio viaggio:

Gubbio

Perugia

Orvieto

Todi

Spoleto

interno Basilica Superiore

interno Basilica Superiore

interno Basilica Inferiore

interno Basilica Inferiore

Il mio itinerario di viaggio in Umbria: seconda tappa Assisi

Condividi post

Repost 0

Commenta il post