<
Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Viaggi e Ricette

Viaggi e Ricette

travel local blog e food lover

Un desiderio esaudito, l'Acropoli di Atene

Un mio grande desiderio era poter visitare l’ Acropoli di Atene e grazie alla crociera l’ho realizzato. Siamo infatti sbarcati anche nel Pireo, il porto di Atene che dista dalla città 10 km circa. Dal porto ci siamo diretti a piedi fino alla metro, l’abbiamo raggiunta in quasi mezzoretta di camminata, tenete conto che le navi da crociera si fermano alle banchine E10 o E11 mentre la metro si trova a poca distanza dalla banchina E5. Quindi fuori dall’ingresso della banchina (E10 o E11) si deve girare a sinistra ed arrivare vicino all’ingresso E5. Se non volete camminare appena fuori dalla banchina E11 si trova la fermata del bus numero 843 che in 5 fermate vi porta alla metro, al ritorno abbiamo fatto così, troppo stanchi per camminare un’altra mezzora. Una volta giunti alla metro che è la linea verde Pireo-Kifisià si prende il treno e si scende ad Omonia da lì si prende la linea rossa in direzione di Aghios Dimitrios Alexandros Panagoulis e si scende alla fermata Akropoli

vista dal nuovo Museo dell'Acropoli

vista dal nuovo Museo dell'Acropoli

Dopo aver tanto studiato l’antica Grecia sui miei libri universitari finalmente ho potuto “toccarla con mano”. Ora vi racconto qualcosina di quello che ho studiato sulla potente e magnifica Atene del V secolo a.C. L’ Acropoli per gli Ateniesi rappresentava un gigantesco piedistallo dove potevano offrire ai loro dèi quanto di meglio potevano produrre l’ingegno e la sensibilità umani. All’Acropoli si accedeva attraverso i Propilei, monumentali colonnati chiusi da cancelli di legno e bronzo, accanto sorgeva il piccolo tempio di Atena Nike e più avanti l’Eretteo. 

Propilei

Propilei

Nel punto più alto dell’Acropoli sorgeva la statua di Atena combattente, un colosso di bronzo, opera del grande scultore Fidia. Il Partenone è il più grande tempio dorico in marmo dell’antichità, fu costruito tra il 447 e il 432 a.C. Il Partenone fu poi trasformato in moschea dai Turchi e rimase intatto fino al 1687 quando durante un attacco dei Veneziani, l’Acropoli venne adibita a deposito di esplosivi. Colpito da una cannonata Veneziana il Partenone saltò in aria. (Maledetti!!!! L) Venne ovviamente restaurato ma ad oggi, nonostante sia un cantiere di restauri sempre aperto, rimangono poche colonne. Le sculture originali che lo ornavano furono trasportate e si trovano tutt’ora al British Museum di Londra. In origine il Partenone era costituito da un colonnato continuo (8 colonne sulle fronti e 17 sui lati lunghi). L’edificio era composto da un vestibolo, da una grande sala allungata dove era esposta la colossale statua di Atena Partenope e da una cella quadrata.  

Partenone

Partenone

L’Eretteo è caratterizzato dal portico detto delle Cariatidi, sei figure femminili impiegate al posto delle colonne per sorreggere la trabeazione marmorea. 

Eretteo

Eretteo

Ai piedi dell’Acropoli si trova il grandioso Teatro di Dionisio, il più antico teatro stabile di tutta la storia. Qui i più importanti autori di teatro greci (Eschilo, Sofocle, Euripide, Aristofane e Menandro) misero in scena le loro fantastiche opere letterarie. 

Teatro di Dionisio

Teatro di Dionisio

Conoscendo un po’ di storia sull’antica Grecia, passeggiare tra i resti dell’Acropoli significa immergersi e fantasticare su quell’affascinante mondo lontano fatto di grandissimi filosofi, drammaturghi, scultori ed architetti che al giorno d’oggi possiamo solamente sognare! Fidatevi salire fino all’Acropoli vale veramente la pena, magari se potete evitate il periodo più caldo dell’anno (Luglio - Agosto).

 

L’Acropoli di Atene è aperta tutti i giorni, dalle 8 alle 20 (ultima entrata alle 19,30), dalle 8 alle 15 la domenica. Il biglietto d’ingresso costa 12 euro l’intero, 6 euro il ridotto, ed è acquistabile unicamente alle biglietterie sotto l’Acropoli. Il biglietto però è valido per l’entrata in altri siti archeologici, tra cui la biblioteca di Adriano, ma non per il nuovo Museo dell’Acropoli, dove il biglietto d’ingresso costa 5 euro (3 il ridotto).

 

 

 

La mia crociera nel Mediterraneo

Condividi post

Repost 0

Commenta il post